Cosa ci lascerà il caso del manager Telecom Italia, Luca Luciani?

Da ieri sto vivendo improvvisamente i tumultuosi sviluppi della rete in merito a questa notizia di attualità.

Molti giornalisti lo hanno già definito “tormentone”. O peggio “video cult” della rete.

Devo dire che in un primo momento mi sono approcciato con una certa voglia di rivincita nei confronti di un azienda che mi ha creato non pochi danni commerciali per i suoi disfunzionamenti e le sue tentate truffe nella gestione del servizio telefonico.

Da Blogger, non a tempo pieno, centellinando i minuti da dedicare al mastering del blog, ho dovuto dare precedenza a degli impegni importanti, prima di potermi fermare a sedimentare le informazioni che avevo maneggiato.

Dovevo essere decisivo nelle mie azioni per poter dare la giusta visibilità alla notizia, nei giusti tempi; fare in modo che la cosa non venisse insabbiata e censurata, come è stato tentato di fare; permettere che il mio blog avesse la sua giusta fetta di visibilità a dimostrazione che la libertà di informazione in Italia si ha solo su internet e ancora per poco se i nostri politici vorranno continuare a proporre normative tipo quella di Levi di alcuni mesi fà.

Ci sono però alcune analisi che a freddo vorrei poter fare.

Divido e analizzo le parte che si sono sedimentate in me:

a) la “Gaffe” storica.

Il caso Luciani non è solo un caso di gaffe di storia. E comunque è Storia con S maiuscola. E’ una di quegli errori che fa riflettere. E’ il frutto della qualità dei nostri manager, della nostra scuola. In Italia ormai abbiamo un sistema scolastico allo sfacelo, che produce il niente più assoluto. Credo che questo aspetto sia, come fatto notare da molti il fatto più marginale, perchè sicuramente il manager aveva un discorso preparato, magari aveva sentito la citazione in qualche altro corso a sua volta, e sicuramente voleva riferirsi ai fatti di Austerilz, non a quelli di Waterloo, come nota il blogger Nicola Mattina.

b) Censura sulla rete e atteggiamento dell’Azienda e del manager.

Appena ho notato che in poche ore la cosa stava prendendo il largo, ieri mattina, mi accorsi che il video non era più disponibile. Lì per lì mi rammaricai di non averlo scaricato subito, ma “spippolando” sul web, ebbi la conferma di quello che dico sempre: la rete è libera, grande, democratica e scopriì subito qualcuno che lo aveva fatto al posto mio e che lo aveva subito ripubblicato. Era un TamTam, e il cercare di eliminare e nascondere la testa sotto la sabbia, è un comportamento che non ho accettato e quindi mi ha dato lo stimolo per continuare a dare una mano a che questa cosa si gonfiasse per riflettere su tutto più in generale.

Telecom Italia non era quell’azienda che aveva una serie di manager che costituivano dossier segreti? Questo fatto è già stato dimenticato, la stampa , la Casta dei Giornalisti come la chiama Beppe Grillo, non ne parla più, ma è morto un uomo, Bove e le indagini sono in corso.

Comportamenti etici da questo tipo di persone? Ecco di cui spero si debba parlare dopo che il video di “NapoleTone”, sarà sedimentato.

c) Qualità manageriali.

Qui vorrei solo finire il mio articolo per oggi ricordandovi un personaggio:Steve Jobs

Vi ricordate chi è?

Vi allego qui un video di un suo discorso alla festa di Laurea alla Standford University.

Guardatelo e capirete alcune cose sulla qualità dei valori, sulla qualità delle persone, sulla qualità dell’insegnamento che ci può dare.

Siamo molto lontani da quello che avviene nelle nostre aziende, nel nostro paese.

steve-jobs-laurea-video1.jpg

link a articoli interessanti sull’argomento:

Espresso, Gilioli

Annunci

~ di Andrea Tj su aprile 4, 2008.

9 Risposte to “Cosa ci lascerà il caso del manager Telecom Italia, Luca Luciani?”

  1. grazie per il video di steve jobs!(io non sono tanto bravo con il computer). il caso luciani non lo leggerei come lo leggi tu. c’e’ di piu’. il vero problema dell’italia credo sia la PAURA. non siamo piu’ ne hungry ne’ foolish. non abbiamo il coraggio di dire a questo scemo durante la conferenza “hai detto una cazzata e dici cazzate”. e cosi’ in ogni giorno della nostra vita non abbiamo il coraggio con i prepotenti di dire basta! e questi luciani fanno strada. l’altro problema e’ la MALAFEDE. quanti per avere favori continuano a stare in scia ai luciani perche’ gli conviene? qui e’ il problema!

  2. Sì anch’io avevo molte altre letture, ma mi sono fermato lì.
    Certo sostanziale è che fin per troppo tempo gli italiani hanno fatto i coglioni senza ribellarsi, senza mostrare per primi valori etici e ne gli attributi, non quelli a cui fà riferimento il Luciani, chiaramente.
    Un popolo il nostro abituato ed incline al familismo, all’omertà, pur di farsi largo sulla propria strada.

    Tj

  3. scccfidusciaaaaaaaaa ecco cosa ci resterà

  4. non è una gaffe…
    questa è ignoranza, ignoranza e nepotismo tipico di una azienda che non è azienda, che non ha problemi se non quelli di fare sparire concorrenti a suon di interventi politici.
    Scusate ma devo: al posto di tutti quei denari una bella coppia di orecchie d’asino e via dietro la lavagna… altro che atteggiamento da rampante Yuppie anni 80 …

  5. Luciani è la fotografia del disastro italiano degli ultimi 15 anni. Arroganza da manager venditore da porta a porta. E’ inutile dire che questo tipo di persone è salito ai vertici attraverso le più becere modalità italiane di reclutamento manageriale. Parlare in questo modo e avere uno stipendio di oltre 800.000 euro l’anno non ha senso. Sembrava di essere a quelle convention multilevel degli anni 90!! Il fatto è che quelli sopra di lui non sono migliori e probabilmente guadagnano anche molto di più.

  6. Ho lavorato in Telecom Italia, conosco personalmente molti dipendenti e dirigenti del Gruppo. Posso confermare che, come quasi sempre accade, ci sono ignoranti e cafoni a qualsiasi livello e per diverse ragioni (spesso polotiche). Ci sono però anche ottimi lavoratori, persone davvero preparate ed in gamba che costruiscono vero valore per il Paese. Ora sono in un’azienda che, seppure di un grande gruppo è di dimensioni più contenute e posso assicurarvi che tanto a livello strategico quanto per formazione del personale è distante anni luce e … vi assicuro che si respira la differenza. Non abbandoniamoci al pessimismo, costruiamo sul buono. Paolo R.

  7. Forse non è una gaffe. Lui dice che Napoleone ha avuto a Waterloo un grande successo. Forse a essere diversa dal senso comune è la sua definizione di successo, tutto qui. Questo chiarisce perché Telecom Italia è controllata dalla spagnola Telefonica e vale oggi così poco in borsa. Un grande ‘successo’ del management.

  8. Sono d’accordo con lei su alcuni punti, tuttavia ritengo esasperante il continuare ad infierire su un errore magari dovuto ad un sempliccissimo lapsus tra due località diverse.
    Alzi la mano chi per stress o per fretta, non ha mai detto una cosa al posto di un’altra, pur pensandola.

    Marketing Manager

  9. Concordo con Elisa, e rimango allibito davanti a affermazioni come “Luciani è la fotografia del disastro italiano degli ultimi 15 anni”! Come si puo’ giudicare una persona in modo cosi’ perentoriamente negativo attraverso un video di meno di 2 minuti!!??

    Molte altre persone che l’hanno conosciuto (me compreso) la pensano molto diversamente. Non so a chi si riferisca Paolo quando dice, giustamente, che in Telecom Italia ci sono molte persone veramente in gamba – molte persone che conoscono Luciani pensano che lui siano uno di questi. Vedere http://gallodidiospot.blogspot.com/2008/04/i-stand-by-luca-luciani.html per credere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: